Frammenti di spettacolo e cultura

Fotoriparatori a confronto – Come intervenire quando la fotocamera è vintage

Due fotoriparatori di diversa formazione, generazione e collocazione geografica rispondono alle domande di Tony Graffio. Gigi Carminati e Sandro Presta ci parlano del loro lavoro e ci svelano alcune loro preferenze. Si conclude qui la sesta parte di: “Anno 2021, dove va la fotografia?” Nella puntata di oggi si parla dei difetti di alcune fotocamere e di come porvi rimedio e vengono dati consigli agli appassionati di fotocamere vintage su come conservare in buone condizioni i loro pezzi preferiti. Se avete domande o suggerimenti, scrivete a redazione@radioatlanta.it

Al mare con l’orologio

A cosa serve un orologio subacqueo? E quali caratteristiche deve avere? Cos’è una prova di impermeabilità? E cosa bisogna fare in caso di allagamento? Ospiti della trasmissione: Davide Munaretto, Mirko Lazzarini e Nicola Carella. Conduce: Tony Graffio che ha anche ideato questa serie di programmi in onda su Radio Atlanta Milano. Buon divertimento a tutti.

Il Virus del Punk

Tony Graffio ha preso come spunto la recente pubblicazione del libro: “Virus, Il Punk è rumore – 1982-1989″ per parlare con Giacomo Spazio, curatore del libro, insieme a Marco Teatro. Giampo Coppa, voce degli Stinky Rats e Visual Artist ci ha parlato dello stile di vita Punk, della Musica Punk, dello spazio occupato Virus e di tanti gruppi musicali italiani che hanno segnato gli anni ’80 e ciha aiutato a capire che i Punk sono ancora vivi, vegeti e pronti a spaccare il mondo. I Punk non muoiono mai e ancora oggi possono stupirci e intrattenerci con le loro lucide menti. Abbiamo ascoltato un Giampo Coppa in forma ultra-smagliante che ci ha detto un’infinità di cose incredibili e precisissime, oltre che divertenti. Puntata imperdibile! Un grande grazie anche a Giacomo Spazio che è venuto a trovarci in studio!

La Visione del Colore in Fotografia (Quinta parte di: “Anno 2021, dove va la fotografia?”)

Un’indagine radiofonica di Tony Graffio. Ospiti della puntata: Arrigo Ghi (stampatore), Barbara Ghi, Andrea e Carlo Valsecchi (fotografo). Ha ancora senso rivolgersi alla stampa analogica su carta fotosensibile? Come si giunge a voler ottenere il massimo della qualità da uno stampatore contro-corrente che ha sempre trovato il tempo per ascoltare e capire gli artisti che si rivolgono a lui. La visione del fotografo è diversa da quello dello stampatore? È possibile intendersi quando si vuole ottenere un determinato risultato per mezzo di una stampa fotografica? Solo un grande stampatore è in grado di comprendere le esigenze di chi utilizza la fotocamera per una sua espressione artistica? Abbiamo provato a porci e a rispondere a tante domande, partendo dagli inizi della carriera di Arrigo Ghi, lo storico stampatore di Luigi Ghirri, fino ad arrivare alla più recente tecnologia digitale.

Lavoro-Non-Lavoro e Globalizzazione

Igor Bonazzola, Elio Catania e Tony Graffio parlano di varie problematiche del lavoro a cui si aggiunge anche la preoccupazione che la frenesia di far soldi possa molto velocemente lasciarci un ambiente compromesso e contaminato, sempre più invivibile. Si parla anche del libro “Confindustria nella Repubblica (1946-1975), Storia politica degli industriali italiani dal Dopoguerra alla Strategia della Tensione”. Nell’ultima parte della trasmissione, un lavoratore ci racconta quello che è accaduto in una società di logistica di Orio al Serio e di come sia difficile lavorare nel settore della logistica in questi anni. Come spesso capita, Tony Graffio è riuscito a trovare ospiti molto interessanti che ci hanno lasciato testimonianze bellissime, in un’altra indimenticabile puntata di “Frammenti di Spettacolo e Cultura”, questa volta dedicata a tematiche sociali e di attualità.

Tony Graffio intervista ALBERTO FORTIS

Che legame c’è tra Alberto Fortis e i Beatles, oltre al fatto che il grande cantautore italiano, nel 1982, ha realizzato il suo Album: “Fragole Infinite” negli Abbey Road Studios di Londra con George Martin, mitico produttore discografico dei Fab Four? Chi è veramente Fortis? Cosa ha da dirci con i suoi più recenti successi? Per incontrarci e rispondere alle nostre domande, per parlarci di un suo nuovo impegno a Brescia con Rolando Giambelli e gli amici del Beatles Club più attivo del mondo, Alberto Fortis, accompagnato dal Presidente del suo Fan Club, Maurizio Parietti, è venuto a trovarci in studio, in via Londonio.

Distopia & Dintorni

5 persone prese a caso si sono chieste che cos’è la distopia; che cos’è l’utopia e in quale mondo sarebbe preferibile vivere. La risposta che si sono dati Giorgio De Martino (giornalista); Massimiliano Vescovi (filosofo e matematico); Astrit Zani (scrittore, traduttore, libraio e filosofo); Valeria Panfili (conoscitrice di mondi distopici) e Tony Graffio (essere vivente in molteplici dimensioni fantastiche e simil-reali) è che ci potrebbero anche essere situazioni trans-distopiche da prendere in considerazione, ma adesso riascoltiamoci una delle più belle puntate di “Frammenti di Spettacolo e Cultura, ne vale la pena, parola di Tony Graffio.

Orologi e ferrovieri

Abbiamo parlato di orologi, di ferrovie e di treni con Roberto Trombetta, autore del libro: “Il Tempo nei Treni”; con noi, come al solito c’era anche Davide Munaretto di DM Orologeria e Mirko Lazzarini, collezionista e venditore ambulante di Viterbo. Abbiamo dato molte informazioni interessanti e notizie curiose. La trasmissione è stata condotta da Tony Graffio.

Ricordando “Un, due, tre”, il primo varietà della televisione italiana

Ospiti: Vito Molinari, regista della trasmissione dal 1957 al 1959 e Totò Artuso, tecnico della ripresa sonora durante tutto il periodo della messa in onda. Non Vi anticipo nulla, questa è una registrazione d’oro che ogni appassionato di televisione, storia dello spettacolo e del costume italiano non può permettersi di perdere. Conduce Tony Graffio.

I 7 pilastri dell’arte di oggi

Tony Graffio intervista Flavio Caroli sul suo ultimo libro intitolato : “I 7 pilastri dell’arte di oggi”. Action Painting; Pop Art; Fotografia e Nuova Figurazione; Arte Povera, Minimalismo, Arte Concettuale; Performance, Nuovi Media, Body Art; Arte Astratta; Il sincretismo nella nuova immagine degli anni ’80.