Esobiologia

La NASA si prepara a rivelare l’esistenza di vita intelligente su pianeti lontani e convoca 24 teologi di tutte le religioni per studiare come dare la notizia al mondo

La NASA sta assumendo 24 teologi per partecipare al programma denominato Center for Theological Inquiry (CTI) dell’Università di Princeton. Il gruppo valuterà come reagiranno gli umani alla notizia dell’esistenza di vita aliena intelligente su altri pianeti. Il dottor Andrew Davison, sacerdote e teologo dell’Università di Cambridge con un dottorato in biochimica a Oxford, è tra i 24 teologi, Davison crede che ci stiamo avvicinando a trovare la vita su altri pianeti. Il CTI dell’Università di Princeton nel New Jersey, a cui la NASA ha concesso una sovvenzione di 1,1 milioni di dollari nel 2014, è descritto come un modo per costruire “ponti di comprensione convocando teologi, scienziati, studiosi e responsabili politici per pensare insieme – e informare il pensiero pubblico – sulle preoccupazioni globali”. Il programma mira a rispondere alle domande che ci hanno sconcertato sin dall’inizio del tempo, come ad esempio cos’è la vita? Cosa significa essere vivi? Dove tracciamo il confine tra l’umano e l’alieno? Quali sono le possibilità per la vita senziente in altri luoghi? Ora che la NASA ha due rover su Marte, diverse sonde in orbita attorno a Giove e Saturno e ieri, nel giorno di Natale, ha lanciato James Web Telescope che studierà la formazione di galassie, stelle e pianeti nell’universo, sembra che l’agenzia sia molto fiduciosa d’essere sulla strada giusta per la scoperta della vita intelligente al di fuori della Terra. Il reverendo Andrew Davison, sacerdote e teologo dell’Università di Cambridge con un dottorato in biochimica a Oxford, è tra i 24 teologi arruolati dalla NASA per valutare come reagiranno gli umani quando si diffonderà la notizia dell’esistenza di vita aliena intelligente su altri pianeti. “Le tradizioni religiose sarebbero una caratteristica importante nel modo in cui l’umanità lavorerebbe attraverso tale conferma della vita altrove”, ha condiviso Davidson in un post sul blog sul sito dell’Università di Cambridge. “Per questo motivo, fa parte dell’obiettivo in corso della NASA di sostenere il lavoro sulle ‘implicazioni sociali dell’astrobiologia’, lavorando con varie organizzazioni partner, incluso il Center of Theological Inquiry a Princeton.” Davison pubblicherà un libro il prossimo anno, intitolato Astrobiology and Christian Doctrine, in cui afferma che crede che […]

Significato e spunti creativi per il 2 luglio, Giornata Mondiale dell’Esobiologia (UFO day)

Il 2 luglio è la data che gli appassionati di tutto il mondo attendevano con ansia ed hanno stabilito essere la giornata per festeggiare gli UFO. Possiamo parlare pertanto di Festa Mondiale dell’Esobiologia o per semplificare e abbreviare un po’ questo concetto, possiamo dire che è stato finalmente istituito l’UFO DAY anche in Italia (Vaticano Incluso). Iniziamo con una piccola spiegazione del perché è stato scelto proprio questo giorno. La giornata mondiale degli UFO è la giornata dedicata all’esistenza di oggetti volanti soprannaturali/non identificati e all’orgoglio di credere nella loro esistenza. La prima Giornata Mondiale degli UFO è stata celebrata nel 2001 negli USA. Ci sono diversi motivi per cui questo giorno ha trovato la sua collocazione nel nostro mondo; uno dei principali è quello di sensibilizzare sull’indubbia esistenza di presenze UFO e, con loro, di esseri intelligenti provenienti dallo spazio. Questa giornata viene utilizzato per incoraggiare i governi a declassificare le loro conoscenze su avvistamenti nel corso della storia. Molti governi, ad esempio il governo degli Stati Uniti, credevano di aver ottenuto informazioni esclusive sugli UFO attraverso i loro dipartimenti militari, invece queste informazioni sono diffuse in tutti i paesi del mondo. Un argomento che suscita ancora molta curiosità è l’incidente di Roswell nel 1947 quando proprio il 2 di luglio, un presunto UFO si è schiantato a Roswell, nel New Mexico, ma già nel 1933, il 13  di giugno,  in Italia si era verificato un evento del genere nei pressi di Vergiate e l’astronave aliena venne conservata in un hangar alla Malpensa, prima che i soldati di Hitler se ne impossessassero per portarla in Germania durante la Seconda Guerra Mondiale. Ci sono diversi modi in cui possiamo celebrare la Giornata Mondiale degli UFO; di seguito potete trovare alcune idee per situazioni formali e informali. Non siate timidi nell’affermare le Vostre convinzioni in materia di esobiologia e a diffondere il Vostro credo apertamente; ormai nessuno ridicolizzerà più le Vostre idee. È universalmente evidente che da sempre sono stati i governi delle maggiori potenze economiche e militari a tentare di insabbiare una verità che a molti poteva dare fastidio per ragioni di gestione […]