Safe & Sound

Safe and Sound – Strade Possibili

A un certo punto arriva anche l’ultima puntata della stagione. E l’abbiamo calvalcata percorrendo tante “strade possibili”. Questo il tema: “le strade possibili”, le scelte che facciamo, le sfide che ci poniamo, le traiettorie che diamo alla nostra vita e che, in un certo senso, fanno il nostro sentiero. Ci dicono chi siamo.
Sono stati con noi, per presentarci “Plastic Fantastic”, il loro album di esordio, James and the Butcher. Poi siamo andati in Sicilia, da Fabrizio Ferreri ed Emilio Messina, che la Sicilia l’hanno percorsa sbandando e che ce l’hanno restituita, inedita, in un libro dal titolo “Borghi di Sicilia”.
Dopo abbiamo acceso il microfono a Francesca Mineo, che ha presentato il suo nuovo libro “Adozione. Una famiglia che nasce. Guida pratica per i nuovi nonni”.
A concludere la puntata, il carisma, la dolcezza, l’intensità di Don Mattia Bernasconi.

Safe and Sound – Siamo le Storie che Raccontiamo

Che lo sappiamo o no, siamo tutti narratori.
Raccontiamo a modo nostro, ognuno il suo, ognuno quello che sente più nelle sue corde.
Si può raccontare con un piatto, quando quello che facciamo non è solo mettere insieme degli ingredienti, ma dare una trama a quella composizione, e quella trama la scriviamo noi.
Oppure si può raccontare con uno scatto, scegliendo un soggetto specifico e dando alla foto un’impronta autorale che porta la nostra firma.
E si possono addirittura raccontare storie tremende, come la guerra, dietro una cinepresa.
Insomma, ogni giorno, incessantemente, anche in silenzio se capita, non facciamo che una cosa: raccontarci. E tutto sommato quello siamo: proprio le storie che raccontiamo.
A narrarsi, a Safe and Sound, Davide Aviano, protagonista di Masterchef Italia 2018, insieme a sua moglie Annalisa, parte integrante della sua narrazione nel programma di Sky, Sara Di Franco, fotografa documentarista, attenta osservatrice di luoghi e persone, e Dario Leone, attore, regista e sceneggiatore, alla vigilia della presentazione milanese del film “Le Guerre Horrende”.

Safe and Sound – Pliskin – Fino All’Ultimo Respiro

Dopo 9 anni dal loro album d’esordio, due giorni e due notti nello studio Manifatture Morselli Recording di Modena, hanno dato alla luce il loro nuovo EP, “Fino all’ultimo respiro”. Sono i Pliskin, e chi sono davvero può dirlo tutta la gente che, nel corso di questi anni, ha avuto la possibilità di conoscerli, di seguirli e di lasciarsi attraversare da loro.
Quando sono su un palco – uno qualsiasi, dai locali ai teatri –fanno qualcosa che assomiglia alla magia. Voce e chitarra, basso e batteria. Il nuovo EP si ascolta senza pause. Fino all’ultimo respiro, appunto.

Safe and Sound – Laureus Italia & Underwoods

C’è una fondazione che, attraverso la pratica sportiva, sostiene i minori a rischio di devianza. Si chiama Laureus Italia, è composta da persone meravigliose che raccontano anche solo con gli occhi la missione per cui, ogni giorno, investono tempo, passione ed entusiasmo. E poi c’è una band sulla quale ci siamo esposti dal primissimo ascolto: l’estero le strizza l’occhio e, presto, la vedremo esibirsi in contesti musicali di un certo prestigio: si chiama Underwoods e, per godere fino in fondo della musica che sa fare, suggeriamo di goderne a occhi chiusi. Non siamo responsabili, però, di dove andrete a finire.
Laureus e Underwoods sono venuti a Safe and Sound. Il tempo, letteralmente, è volato.

Safe and Sound – Essere Digital, Essere Social

Che significa essere “social” oggi? Come acquistano le persone? Come si conoscono e come entrano in relazione? Dagli squilli a whatsapp, quali sono i linguaggi che usiamo e come cambiano? E quanto sono protetti i nostri dati sul web? E ancora, soprattutto, che cosa dobbiamo aspettarci dal futuro? Ne abbiamo parlato con Andrea Albanese, chairman dei Social Media Marketing + Digital Communication Days, e Giulia Segalina, sociologa e attenta osservatrice dei comportamenti della società. Una puntata tra apocalittici e integrati. #SMMdayIT

Safe and Sound – Helianto, Fondazione Laureus e Claudio Passiu

Quando mettono piede nei nostri studi, ci contagiano sempre con la poesia. Vibrante, intensa, raschiata e sussurrata. Sono i pilastri di Helianto. Ci hanno raccontato, in fila, tutte le attività in agenda.
Ma è stata anche la prima assoluta di “Dentro di me”, il nuovo singolo di Claudio Passiu. E, infine, abbiamo aperto una finestra su Fondazione Laureus, una realtà che dovreste tener d’occhio.

Safe and Sound – Mettiti Nei Miei Panni

Vi mettete nei panni degli altri? E gli altri si mettono nei vostri? E la musica si cala nei panni di chi l’ascolta? Abbiamo parlato di empatia, a Safe and Sound, insieme ai Guignol, l’indomani dell’uscita del loro ultimo album, “Porteremo gli stessi panni”.

Safe and Sound – Umani a Milano

Per noi, una storia del genere, sale sul podio delle storie raccontate a Safe and Sound. Perché non ci lascia indifferenti, perché ci fa venire i brividi, perché ci fa fermare a pensare. Scava nelle pieghe della quotidianità con leggerezza, e parla della gente. Di uomini e di donne non illustri che attraversano e fanno grande una città. Si chiama UMANI A MILANO, è un progetto di Stefano D’Andrea. Un’idea talmente bella che non poteva non incontrarsi con la Fondazione Progetto Arca. Per tutto il mese di febbraio, “Umani a Milano per Progetto Arca” racconta chi vive senza dimora e chi si prende cura di queste persone. 28 giorni, 28 ritratti, 28 motivi per fermarsi un attimo.

Safe and Sound – Com’è avere trent’anni oggi?

Chi sono i trentenni, che fanno e come sono rispetto ai trentenni di trent’anni fa?
Lo abbiamo chiesto a Stella Pulpo, autrice del blog Memorie di una Vagina, a un anno – quasi – dall’uscita del suo primo romanzo, “Fai uno squillo quando arrivi” (Rizzoli), e alla Piccola Orchestra Karasciò, che, pochi mesi fa, ha dato vita a un nuovo album, “Qualcosa mi sfugge”.
In studio solo trentenni.

Safe and Sound – Milano Marathon 2018

Corriamo a prendere i mezzi, corriamo a fare la spesa, corriamo in posta… Corriamo sempre.
Ma se decidessimo di scendere in pista per raggiungere un obiettivo che non è solo il traguardo, se sfidassimo il vento in faccia e il pavè per realizzare il sogno di persone che non hanno le stesse possibilità di altre, se indossassimo le scarpe da running – consunte o mai inaugurate – per una corsa che farà stare meglio noi e tante altre persone, allora rischieremmo di correre la corsa più bella della nostra vita.
E’ la Milano Marathon. Si tiene domenica 8 aprile, nel capoluogo lombardo: maratoneti e staffettisti di ogni dove, anche dall’estero, si stanno allenando per arrivare pronti.
Non è solo una gara sportiva: è una sfida solidale. Si corre a fianco di oltre 100 onlus per obiettivi importanti, quelli che possono fare la differenza.
A Safe and Sound, il coordinatore della Milano Marathon, Andrea Basso, il Centro Benedetta D’Intino Onlus, l’associazione Tra capo e collo Onlus e un maratoneta che ha scelto di scendere in pista con la mano sul cuore, Gastone Marchesi.