Safe & Sound

Safe and Sound – L’insieme è più della somma della sue parti

Abbiamo domandato ai bambini “Se diciamo l’unione fa la forza, cosa vi viene in mente?”.
Perchè la puntata quello è stata: una testimonianza del senso che ha unire le forze, le idee, le risorse, quando si ha un obiettivo comune, che può essere passarsi la staffetta in una corsa che non è solo una gara sportiva, oppure imparare a mettersi all’ascolto di chi non può parlare, o ancora fare rete e condividere pensieri, consigli, paure e speranze quando si ha a che fare con una malattia cronica.
Abbiamo parlato di un mondo che non è fatto di parole con il Centro Benedetta D’Intino e di fibrosi cistica con le autrici della pagina Baciati dal Sale.
E agli adulti che, prima della puntata, temevano fosse troppo ambizioso fare ai bambini una domanda come quella che abbiamo fatto, non abbiamo risposto niente. C’hanno pensato loro, i nostri piccoli, grandi opinionisti di questo mese.

Safe and Sound – Divertirsi è una cosa seria

Che divertirsi fosse una cosa seria lo sapevamo già. Ma che fosse così importante e che avesse tutta quella vita dentro, no, non lo sapevamo. E che esistessero così tanti modi, per divertirsi, neanche.
Per esempio c’è Dynamo Camp, che, con la Terapia Ricreativa, fa del diritto al divertimento il cuore della sua mission. E’ una realtà meravigliosa, si occupa di bambini e ragazzi affetti da patologie gravi e croniche, dei loro genitori, dei fratelli e delle sorelle. “Un paradiso per noi che sappiamo cosa c’è di peggio nella vita”, l’ha definita un ragazzo.
C’è Alessandro Girami, che è tornato a recitare al buio e porta in scena, all’Istituto dei Ciechi di Milano, “Matrioska Circus”: andate a vederlo e diteci se non vi siete divertiti.
A Pinerolo c’è YOWRAS, Young Writers and Storytellers, un’associazione che ha come obiettivo quello di rendere la cultura accessibile e divertente e che ha promosso la seconda edizione del Premio Nazionale di poesia Graffiti METROpolitani.
E poi c’è Valentina Macchiarulo, che è tornata a trovarci a un anno e mezzo dal suo esordio editoriale con “Leggera come lei”. Non da sola; con Pietro Monopoli e Ferdinando Vitellaro (chiamatelo Fefè), i primi a posare gli occhi sul libro di Valentina, quando stava per nascere. Ci hanno svelato aneddoti e curiosità su “Leggera come lei”, hanno riso, si sono emozionati. E, senza saperlo, hanno dimostrato quanto può essere intensa un’amicizia.

Safe and Sound – La Felicità

Non più il martedì, ma la domenica. Una domenica al mese, pregna, affollata, incandescente. Delle storie che verrete a raccontarci.
Domenica 13 gennaio Safe and Sound ha riacceso i microfoni. Ha aperto le porte al Teatro Elfo Puccini, alla compagnia Eco di fondo e all’ANGSA Novara Vercelli, per parlare di “Dedalo e Icaro”, uno spettacolo che mette in scena l’autismo, all’Elfo, dal 15 gennaio al 3 febbraio. Sono tornati in studio gli Underwoods, con tre nuovi singoli, figli di una campagna di crowdfunding al di là delle aspettative. Stefano D’Andrea ha presentato il lavoro per cui si è denudato, a due anni dalla nascita di sua figlia, “Il padre è nudo”, Baldini+Castoldi.
Una puntata sulla felicità. Sulla quale, per fortuna, ci hanno detto la loro, attraverso le rubriche “L’analista sul lettino” e “Ce lo dicono loro” (saranno due appuntamenti fissi a Safe and Sound), Luca Nicoli e dieci sapienti, dolcissimi, piccoli opinionisti: Penelope, Alice, Cesare, Sofia, Tommaso, Vittoria, Tiago, Marta, Pietro e Alice.

Safe and Sound – Strade Possibili

A un certo punto arriva anche l’ultima puntata della stagione. E l’abbiamo calvalcata percorrendo tante “strade possibili”. Questo il tema: “le strade possibili”, le scelte che facciamo, le sfide che ci poniamo, le traiettorie che diamo alla nostra vita e che, in un certo senso, fanno il nostro sentiero. Ci dicono chi siamo.
Sono stati con noi, per presentarci “Plastic Fantastic”, il loro album di esordio, James and the Butcher. Poi siamo andati in Sicilia, da Fabrizio Ferreri ed Emilio Messina, che la Sicilia l’hanno percorsa sbandando e che ce l’hanno restituita, inedita, in un libro dal titolo “Borghi di Sicilia”.
Dopo abbiamo acceso il microfono a Francesca Mineo, che ha presentato il suo nuovo libro “Adozione. Una famiglia che nasce. Guida pratica per i nuovi nonni”.
A concludere la puntata, il carisma, la dolcezza, l’intensità di Don Mattia Bernasconi.

Safe and Sound – Siamo le Storie che Raccontiamo

Che lo sappiamo o no, siamo tutti narratori.
Raccontiamo a modo nostro, ognuno il suo, ognuno quello che sente più nelle sue corde.
Si può raccontare con un piatto, quando quello che facciamo non è solo mettere insieme degli ingredienti, ma dare una trama a quella composizione, e quella trama la scriviamo noi.
Oppure si può raccontare con uno scatto, scegliendo un soggetto specifico e dando alla foto un’impronta autorale che porta la nostra firma.
E si possono addirittura raccontare storie tremende, come la guerra, dietro una cinepresa.
Insomma, ogni giorno, incessantemente, anche in silenzio se capita, non facciamo che una cosa: raccontarci. E tutto sommato quello siamo: proprio le storie che raccontiamo.
A narrarsi, a Safe and Sound, Davide Aviano, protagonista di Masterchef Italia 2018, insieme a sua moglie Annalisa, parte integrante della sua narrazione nel programma di Sky, Sara Di Franco, fotografa documentarista, attenta osservatrice di luoghi e persone, e Dario Leone, attore, regista e sceneggiatore, alla vigilia della presentazione milanese del film “Le Guerre Horrende”.

Safe and Sound – Pliskin – Fino All’Ultimo Respiro

Dopo 9 anni dal loro album d’esordio, due giorni e due notti nello studio Manifatture Morselli Recording di Modena, hanno dato alla luce il loro nuovo EP, “Fino all’ultimo respiro”. Sono i Pliskin, e chi sono davvero può dirlo tutta la gente che, nel corso di questi anni, ha avuto la possibilità di conoscerli, di seguirli e di lasciarsi attraversare da loro.
Quando sono su un palco – uno qualsiasi, dai locali ai teatri –fanno qualcosa che assomiglia alla magia. Voce e chitarra, basso e batteria. Il nuovo EP si ascolta senza pause. Fino all’ultimo respiro, appunto.

Safe and Sound – Laureus Italia & Underwoods

C’è una fondazione che, attraverso la pratica sportiva, sostiene i minori a rischio di devianza. Si chiama Laureus Italia, è composta da persone meravigliose che raccontano anche solo con gli occhi la missione per cui, ogni giorno, investono tempo, passione ed entusiasmo. E poi c’è una band sulla quale ci siamo esposti dal primissimo ascolto: l’estero le strizza l’occhio e, presto, la vedremo esibirsi in contesti musicali di un certo prestigio: si chiama Underwoods e, per godere fino in fondo della musica che sa fare, suggeriamo di goderne a occhi chiusi. Non siamo responsabili, però, di dove andrete a finire.
Laureus e Underwoods sono venuti a Safe and Sound. Il tempo, letteralmente, è volato.

Safe and Sound – Essere Digital, Essere Social

Che significa essere “social” oggi? Come acquistano le persone? Come si conoscono e come entrano in relazione? Dagli squilli a whatsapp, quali sono i linguaggi che usiamo e come cambiano? E quanto sono protetti i nostri dati sul web? E ancora, soprattutto, che cosa dobbiamo aspettarci dal futuro? Ne abbiamo parlato con Andrea Albanese, chairman dei Social Media Marketing + Digital Communication Days, e Giulia Segalina, sociologa e attenta osservatrice dei comportamenti della società. Una puntata tra apocalittici e integrati. #SMMdayIT

Safe and Sound – Helianto, Fondazione Laureus e Claudio Passiu

Quando mettono piede nei nostri studi, ci contagiano sempre con la poesia. Vibrante, intensa, raschiata e sussurrata. Sono i pilastri di Helianto. Ci hanno raccontato, in fila, tutte le attività in agenda.
Ma è stata anche la prima assoluta di “Dentro di me”, il nuovo singolo di Claudio Passiu. E, infine, abbiamo aperto una finestra su Fondazione Laureus, una realtà che dovreste tener d’occhio.

Safe and Sound – Mettiti Nei Miei Panni

Vi mettete nei panni degli altri? E gli altri si mettono nei vostri? E la musica si cala nei panni di chi l’ascolta? Abbiamo parlato di empatia, a Safe and Sound, insieme ai Guignol, l’indomani dell’uscita del loro ultimo album, “Porteremo gli stessi panni”.