Fatti non Foste

Fatti Non Foste – Il profumo – P. Suskind

“Nel diciottesimo secolo visse in Francia un uomo, tra le figure più geniali e scellerate di quell’epoca non povera di geniali e scellerate figure. Qui sarà raccontata la sua storia”. Così inizia il romanzo di Patrick Suskind che narra la storia di Jean-Baptiste Grenouille che dedica l’intera sua esistenza a creare il profumo perfetto.

Fatti Non Foste – La cognizione del dolore – C. E. Gadda

Don Gonzalo Pirobutirro d’Eltino vive con la madre nella casa di campagna eredidata dal padre. In una terra di fantasia, il Maradagal, che potrebbe essere il Sudamerica, ma assomiglia molto alla Brianza. I rapporti tra madre e figlio sono molto combattuti e Don Gonzalo non lesina in crudeltà e cattiverie anche nei confronti di servitori e contadini che, a suo dire, approfittano fin troppo della bontà della madre. Un romanzo che è anche un’autobiografia dell’autore, in cui Gadda fa un’autoanalisi tanto lucida quanto terrificante.

Fatti non Foste – Fahrenheit 451

“Fahrenheit 451″, di Ray Bradburry
Romanzo ambientato in una realtà futuristica dove i pompieri non spengono incendi, ma li appiccano per dar fuoco ai libri, oggetti banditi perché ritenuti pericolosi e inutili. Il mondo di Fahrenheit 451 è un mondo dove l’informazione è di esclusivo dominio della televisione, dove la gente non si pone più domande, non perché non ne abbia, ma perché non serve porsele. I questa realtà di plastica però qualcuno resiste e si lascia sedurre dalle pagine scritte di un libro: il protagonista Montag, un pompiere, si ritrova a fare i conti con la sua coscienza e riscopre la magia della carta stampata.
 

Fatti non Foste – il maestro e margherita

“Il Maestro e margherita”, di Michail Bulgakov
Romanzo tra i più importanti della letteratura Russa del Novecento.
In una Mosca, abitata da burocrati stupidi, dove han preso piede la vanità e l’ipocrisia, approda Satana, nelle vesti di un eccentrico esperto di magia nera, che insieme al suo seguito crea scompiglio in città e mette a nudo le debolezze della gente. Gli unici che in un certo senso si salvano sono il Maestro, uno scrittore vittima della censura che non riesce a pubblicare il suo romanzo sul Pilato, e Margherita sua amante.
 

Fatti non Foste – Il vangelo secondo Biff

Per la seconda puntata di Fatti non Foste abbiamo scelto “Il vangelo secondo Biff” di Christopher Moore.
Il racconto fantasioso della vita di Gesù dal punto di vista di colui che potrebbe essere stato il suo miglior amico di infanzia.