Jonathan Tedesco

Jonathan Tedesco

Se nasci a Milano nel 1960 non puoi non perderti nell’etere. Le private si accendono mentre ti salgono gli ormoni e il gioco è fatto.
Il mio amore per la radio pero’ è cosa ancor piu’ antica : Capodistria, Monteceneri, La Rai, Montecarlo . Mi piacevano le voci calme e convincenti dei suoi conduttori. Mi piacevano anche le loro pause, i silenzi. Eccomi pronto allora ma sono senza un microfono e devo aspettare, per fortuna ho due piatti in una discoteca di viale Papiniano con cui sfogarmi. Gli anni della disco di Moroder e dei Bee Gees, 1976, inizio da li’.
Un anno dopo trovo anche un microfono a Radio City di Cesano Maderno e poco dopo a Radio Montestella in Via De Amicis. E siamo all’autunno del 1978. Da allora non mi sono piu’ fermato. Due anni di formazione al CTA di Nicoletta Ramorino per usare meglio la voce, ed i primi doppiaggi in Fonoroma a Cologno Monzese.
Da 35 anni collaboro con la Radio Tv Svizzera, come lettore, doppiatore, redattore, presentatore, commentatore Eurosong. Ed anche un privilegio speciale, aver fatto parte del gruppo che ha dato il via alla prima radio “giovane” in Svizzera , la Rete3 ,un po’ come vedere rinascere le libere in Italia .
Per non farmi mancare nulla e perché comunque il giorno conta 24 ore ho dato tantissimo anche alla notte. Quella milanese prima con Studio 54, Rolling Stone, Primadonna, Le Cinema, Les Mouches, eppoi internazionale con il Prince e Morandi di Lugano e qualche cameo importante come il Pacha di Ibiza, Heaven a Londra etc . Mi piace anche gestire i locali e produrre musica, ma le ore sono sempre 24 e allora…
Tedesco2
Tedesco6
tedesco1
Tedesco3
Tedesco4
Tedesco5

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Tumblr